Eventi

PIERRE FABRE, 60 ANNI DI CURA DELLA PERSONA

25 Maggio 2022

Nel 1962, da giovane farmacista, Pierre Fabre abbraccia l’innovazione mettendo a punto il suo primo medicinale. 60 anni dopo, guidati dalla Fondation Pierre Fabre, riconosciuta di pubblica utilità, continuiamo a coltivare un posizionamento unico tra medicale e natura, per garantire l’accesso a trattamenti dermatologici e terapeutici di altissimo livello grazie alla nostra expertise oncologica, dermatologica e dermocosmetica. Quest’anno, celebriamo 60 anni di partnership e fiducia, al servizio dei nostri pazienti e consumatori.

IL TARN, DOVE LA NOSTRA STORIA HA INIZIO

Pierre Fabre nasce nel 1926 a Castres in una bella giornata di aprile. È stata forse la primavera a ispirare la sua passione per la botanica? O sono state le verdi distese del paesaggio del Tarn? Oppure, le tradizioni rurali che lo hanno visto crescere? Non ci è dato di sapere.

Quel che invece sappiamo è che, appena compiuti i 25 anni, Pierre Fabre ottenne un prestito bancario per acquistare una farmacia nella piazza principale della sua città natale, dove inizia a dispensare consigli ai suoi pazienti e a elaborare preparazioni magistrali nel retrobottega.

Image
monsieur Pierre Fabre origine

Nel 1958, in quella stessa farmacia, Pierre Fabre elabora un innovativo venotonico a base di su un principio attivo estratto dalle radici di un piccolo arbusto che cresce nel sottobosco della regione: il Pungitopo, o Ruscus aculeatus in Latino, “Grefol” nel dialetto occitano.
Il successo di questo farmaco, sostenuto dal un indomito spirito imprenditoriale, porterà Pierre Fabre a fondare la propria azienda, registrata il 30 maggio 1962. I Laboratories Pierre Fabre al tempo contavano 8 dipendenti. E proprio come il Pungitopo, che rimane verde e carico di foglie in ogni stagione, l’azienda porta avanti da 60 anni una fiorente attività.

 

GUARDA IL VIDEO

 

UN IMPRENDITORE LUNGIMIRANTE, UNA REGIONE UNICA

 

A metà degli anni ’70, Pierre Fabre, figlio di un commerciante di tessuti di Castres, sconcertato dal declino dell’industria tessile un tempo florida nel Tarn, era determinato a dare nuova linfa vitale alla sua regione natale,  installando qui la sede della propria attività imprenditoriale.
L’intera operazione si svolge nel raggio di alcuni chilometri da Castres: prima nel distretto di Péraudel, dove Pierre Fabre fonda l’azienda nel 1962, continua poi con l’espansione a Soual, dove sorge il primo stabilimento.

Ogni giorno, al volante della sua Renault 4CV, lo si vedeva percorrere la quindicina di chilometri che separano i due siti per seguire da vicino lo sviluppo dell’azienda e incontrare le diverse équipe.
Il Gruppo non tarderà a espandersi a livello internazionale in Nordafrica, Spagna e Svizzera...  

Image
60 ans du groupe Pierre Fabre- Local  sud ouest France

con l’ambizione, in questa espansione internazionale, di raggiungere ogni luogo, ma rimanendo radicato nel proprio territorio.
Una generazione dopo l’altra, man mano che si inaugurano nuovi siti in tutta l’Occitania, le storie di famiglia si mescolano agli aneddoti legati al lavoro..

L’azienda diventa, a tutti gli effetti, parte integrante della vita sociale e locale del territorio.
Tanto più che il Gruppo contribuisce attivamente, giorno dopo giorno, al dinamismo della regione del Tarn per mezzo di programmi educativi destinati ai giovani, facilitando l’accesso alla cultura e l’integrazione di nuove tecnologie.

Tutto questo in aggiunta a impegni degni di nota, come il sostegno incondizionato alla squadra di rugby Castres Olympique, ma non solo: l’investimento nella creazione dell’Oncopole di Tolosa trasforma le rovine della fabbrica chimica AZF in un centro oncologico di fama mondiale.

Durante i momenti più belli e quelli più difficili, il Gruppo Pierre Fabre è rimasto saldamente a fianco della gente occitana per 60 anni.

 

GUARDA IL VIDEO

 

MADRE NATURA, IL MIGLIOR ALLEATO DELLA SALUTE

Un giorno, di fronte ad una decisione difficile, Pierre Fabre esclamò: “Ma vi rendete conto? E’ come se mi chiedeste di abbattere un albero!” Una frase che la dice lunga sul suo amore per la natura e la sua determinazione a preservarla.
Che si trattasse di selezionare le varietà di piante più adatte, individuare le migliori modalità di coltivazione, installare un sito di estrazione vegetale a Gaillac, creare laboratori e giardini botanici, rivelare le misteriose proprietà dell’acqua della sorgente termale di Avène-les-Bains e, infine, ma non meno importante, formulare prodotti per la salute e per il benessere a base di piante: Pierre Fabre ha saputo trasformare la propria passione in linfa vitale per il Gruppo.

Image
60 ans du groupe Pierre Fabre- nature

Dall’amore per la scienza e la natura nasce l’incontro tra Pierre Fabre e il Professor Pierre Potier del Centro Nazionale francese per la Ricerca Scientifica (CNRS).

Un incontro che porterà il Gruppo a muovere i primi passi in campo oncologico.  Insieme, i due uomini si imbarcheranno in una straordinaria avventura scientifica e industriale, svelando i misteri della Pervinca del Madagascar e lanciando il primo farmaco oncologico dell’azienda nel 1982.

Attualmente, la maggior parte dei prodotti dei Laboratories Pierre Fabre contiene un principio attivo di origine naturale. Il più recente dermocosmetico è  a base di una sostanza estratta da una pianta che cresce nel Sud-Est asiatico (chiamata Tripterygium wilfordii), inizialmente studiata per un impiego in ambito oncologico; le équipe di Ducray hanno invece saputo sfruttare le proprietà di questo principio attivo nel trattamento di una pelle soggetta a  psoriasi.

 

GUARDA IL VIDEO

 

IL POTERE DELLE PARTNERSHIP

Nel novembre 2021, il magazine Forbes pubblica la propria classifica annuale dei migliori datori di lavoro al mondo. Il Gruppo Pierre Fabre figura tra i primi classificati, a riprova della reputazione guadagnata nel settore e dell’attaccamento dei dipendenti all’azienda. Un impegno reciproco, comprovato dall’adesione al piano Ruscus, il piano di azionariato salariale dei dipendenti istituito nel 2005.
Ogni anno, il piano consente a un numero crescente di dipendenti azionisti di beneficiare dei risultati del Gruppo. Oggi, quasi 9 dipendenti su 10 aderiscono al piano, consentendole così di perseguire i propri scopi.
Che si tratti di acquistare casa o di finanziare gli studi di un figlio, il piano Ruscus permette ai dipendenti azionisti di beneficiare personalmente dei successi a cui hanno contribuito.

Image
60 ans du groupe Pierre Fabre- Collectif

Le missioni della Fondation Pierre Fabre si fondano su un approccio improntato alla partnership che riflette il principio alla base del progetto di azionariato dei dipendenti.
La Fondation, figlia dell’indignazione di Pierre Fabre di fronte alla piaga dei medicinali contraffatti in Africa,

si adopera sin dai suoi albori per migliorare l’accesso alle cure alle popolazioni nel Sud del mondo in collaborazione con gli attori locali.
Designandola come erede universale, Pierre Fabre ha fatto si che la fondazione, riconosciuta di pubblica utilità nel 1999, divenisse l’azionista principale del Gruppo. La Fondation Pierre Fabre assicura l’indipendenza finanziaria e la stabilità del Gruppo, e ne finanzia i progetti con i dividendi conseguiti.
Quando, grazie alla partnership tra la Fondation Pierre Fabre e il Dott. Mukwege (vincitore del Premio Nobel per la Pace nel 2018), viene aperto a Bangui, nella Repubblica Centrafricana, un centro dedicato alle vittime di violenza sessuale legata alla guerra, l’operato di ogni collaboratore Pierre Fabre ha acquisito un nuovo significato, alimentando il nostro orgoglio collettivo.

 

GUARDA IL VIDEO

 

UN MODO UNICO DI VEDERE IL MONDO 

La storia dei successi e delle innovazioni dei Laboratories Pierre Fabre non ha niente a che vedere con il leggendario “Eureka!” di Archimede; è invece frutto della lungimiranza di un uomo che ha saputo guardare il mondo con occhi nuovi, che ha saputo guardare alla natura per individuare principi attivi in grado di cambiare la vita quotidiana di milioni di persone. E che ha saputo abbracciare l’innovazione per espandere il nostro tessuto di conoscenze ed expertise.
Da questa visione olistica nasce la dermocosmetica: portare la cura della bellezza in farmacia ha reso possibile un incontro senza precedenti tra expertise medica e cosmetica, elevando il trattamento di pelle e capelli a standard molto elevati.
Le storie legate ai prodotti Pierre Fabre sono innumerevoli, in tutti i campi. Valga l’esempio di Aignan,

Image
60 ans du groupe Pierre Fabre- regard fond vert, nature

dove l’acquisto di uno stabilimento di confetteria ha permesso ai maestri formulatori di Pierre Fabre di sfruttare i processi di cottura dello zucchero per produrre un medicinale.

E’ la storia delle pastiglie per la gola Drill e dell’acquisizione di un’expertise unica in Europa.
Nel 2009, questa capacità di andare oltre i metodi consolidati e porta alla nascita della Cosmetica Sterile: una tecnologia brevettata, frutto dei processi impiegati nell’industria farmaceutica, che consente di elaborare prodotti per il trattamento della pelle completamente privi di conservanti. Risultato: una formula sterile al 100% garantita per l’intera durata di utilizzo del prodotto integro.

Quando i nostri ricercatori a Saint-Julien-en-Genevois esplorano nuove terapie oncologiche in immuno-oncologia, o quando le équipe dermocosmetiche utilizzano il biomimetismo per riprodurre il funzionamento della pelle al fine di sviluppare nuovi prodotti, la visione del mondo che ci contraddistingue continua a vivere.

 

GUARDA IL VIDEO

 

L'ARTE DI APRIRSI AL MONDO

Viaggi e relazioni interpersonali hanno contribuito all’espansione dei Laboratories Pierre Fabre in tutto il mondo. L’evoluzione del Gruppo è iniziata a Barcellona nel 1969, con la creazione di una filiale oltre i Pirenei e al primo farmaco autorizzato sul territorio spagnolo.
Nel 1980, Pierre Fabre guarda alla terra del Sol Levante. Un incontro con Yoshiharu Fukuhara, nipote del fondatore del marchio giapponese Shiseido e anch’egli leader nel campo della dermocosmetica a livello internazionale, segna l’esordio di una proficua collaborazione.
Entrambi condividono un forte senso del family business e l’amore per l’arte.

Image
60 ans du groupe Pierre Fabre- international

Nel corso degli anni, stampe raffiguranti il Monte Fuji adorneranno le pareti della tenuta Le Carla a Castres,

mentre in Giappone, il marchio Eau Thermale Avène avanza, conquistando la pelle... e i cuori delle donne giapponesi.

Quarant’anni dopo, il mercato asiatico traina la crescita internazionale di Pierre Fabre, un Gruppo che ogni giorno raccoglie la sfida di concentrare il 95% della propria produzione in Francia, tra il Sud-Ovest e il dipartimento del Loiret. 

Dall’Australia al Brasile, passando per Stati Uniti, Polonia e Tunisia, man mano che la nostra presenza cresce in ogni paese e nuovo continente, l’influenza dell’expertise francese cresce di pari passo.

 

GUARDA IL VIDEO