Comunicato stampa

1962-2022: IL GRUPPO PIERRE FABRE FESTEGGIA IL SUO 60º ANNIVERSARIO

25 Maggio 2022

Castres, 23/05/2022 Fondato il 30 maggio 1962 a Castres, in Francia, da un giovane farmacista nonché imprenditore nell’anima e appassionato di botanica, il Gruppo Pierre Fabre si appresta a festeggiare il suo 60° anniversario. Senza mai rinnegare le sue radici occitane, Pierre Fabre è diventato in questi sessant’anni un protagonista a livello mondiale in campo oncologico, dermatologico e dermocosmetico. Il 95% della sua produzione industriale viene realizzata in Francia, nei dipartimenti del Tarn, dell’Hérault, del Gers, del Lot e del Loiret, e oltre i due terzi della stessa vengono esportati in 116 Paesi.

Tutto ha inizio in una farmacia situata in Place Jean-Jaurès a Castres, città natale di Pierre Fabre. È qui che alla fine degli anni Cinquanta il giovane farmacista e “startupper” ante litteram elabora il suo primo farmaco. Si tratta di un venotonico a base di un principio attivo estratto dalle radici di un arbusto locale: il pungitopo (Ruscus aculeatus). Questo farmaco rappresenta per l’epoca un vero e proprio progresso in campo terapeutico.

Esso viene accolto con un tale entusiasmo dai pazienti della farmacia che Pierre Fabre decide di fondare un’azienda propria. Ed è ciò che farà il 30 maggio 1962, data dell’iscrizione ufficiale dello statuto dei Laboratoires Pierre Fabre al Tribunale di Commercio di Castres.

 

Esattamente come il pungitopo, che rimane sempreverde e ricco di foglie in ogni stagione, anche il Gruppo Pierre Fabre non ha mai smesso di crescere dal 1962. Sessant’anni di innovazione per pazienti e consumatori, sessant’anni di lavoro per rafforzare il legame tra la medicina e la natura, sessant’anni di successo in tutto il mondo rimanendo sempre fedele alla terra di origine. Siamo orgogliosi della storia del nostro Gruppo, perché è costellata di valori umanistici trasmessi dal nostro fondatore. Pierre Fabre era un visionario che aveva capito con grande anticipo sui tempi che non può esserci alcun progresso proficuo senza il rispetto della Natura e delle Persone.

Marc Alias
Responsabile Comunicazione Aziendale

Nel 2021 Pierre Fabre ha realizzato un fatturato di 2,5 miliardi di euro, suddivisi tra prodotti farmaceutici (45%) e dermocosmetici (55%), due terzi dei quali sono stati realizzati al di fuori della Francia. Quest’influenza a livello internazionale non impedisce al Gruppo di fare del “Made in France” una priorità strategica. Oltre il 95% dei nostri prodotti viene realizzato dal Gruppo in 7 stabilimenti situati nei dipartimenti francesi del Tarn, dell’Hérault, del Gers, del Lot e del Loiret. In Francia i collaboratori di Pierre Fabre sono 5.300 (su un totale di 9.600). Il 68% lavora in Occitania, nel sud della Francia, dove sono concentrati i centri decisionali del Gruppo e dove ogni anno vengono effettuati importanti investimenti.

A 60 anni dalla sua creazione e dal lancio del suo primo farmaco, Pierre Fabre ha realizzato il 62% del fatturato con prodotti i cui principi attivi sono di origine naturale. Il 75% delle piante che utilizziamo viene coltivato senza trattamenti fitosanitari (di cui quasi la metà è coltivata in maniera biologica). Il Gruppo coltiva i suoi 181 ettari di terreni biologici nel dipartimento del Tarn. Ogni anno i suoi ricercatori sviluppano dai 3 ai 5 nuovi principi attivi o eco-estratti a partire da piante biologiche.

60 ANNI DI INNOVAZIONE CHE UNISCE MEDICINA E NATURA

Per celebrare i 60 anni del Gruppo, ripercorriamo e riviviamo insieme alcuni dei momenti chiave della nostra storia.

1951Una forza da non sottovalutare...

A 25 anni Pierre Fabre prese una decisione che avrebbe cambiato la sua vita: ottenne un prestito dalla banca per aprire una farmacia nella sua città natale, nel dipartimento francese del Tarn. Nel 1958 il farmacista sviluppò il suo primo farmaco servendosi di un arbusto locale, il pungitopo, per aiutare i suoi pazienti a contrastare i disturbi legati alla pesantezza delle gambe e alla circolazione sanguigna. Il suo successo consentì a Pierre Fabre di fondare una propria azienda nel 1962. Quest’uomo, così visionario, operava in modo estremamente proattivo e si occupava di tutto. Si recava personalmente dai produttori per verificare le condizioni di produzione degli estratti vegetali, e si metteva in viaggio con il suo prodotto nella borsa per incontrare medici e farmacisti a Parigi, Bordeaux e persino in Alsazia.

1962La nascita dei Laboratoires Pierre Fabre

Dopo il primo successo commerciale, e da imprenditore innato qual era, Pierre Fabre decise di combinare la sua vocazione, la farmacia, con la sua passione, la botanica. È così che nacquero i Laboratoires Pierre Fabre. Un unico edificio ospitò i primi dipendenti che svolgevano attività di ricerca e produzione. Poco a poco, l’iniziale gamma di prodotti del laboratorio venne ampliata con nuovi farmaci.

1965L’invenzione della dermocosmesi

Lo shampoo alla camomilla di Klorane segnò l’inizio di una nuova attività: la dermocosmesi, che divenne appannaggio esclusivo delle farmacie. È un momento fondante nella storia dell’azienda, in quanto rispecchiò il desiderio di Pierre Fabre di prendersi cura di tutti, “dalla salute alla bellezza”. Per lui, la pelle e i capelli dovevano ricevere lo stesso livello di attenzione di qualsiasi altro farmaco.

1976La Natura al centro del Gruppo

Selezionare le giuste varietà di piante, coltivare in modo più rispettoso, costruire uno stabilimento di estrazione delle piante a Gaillac, creare laboratori e giardini botanici, esaltare le proprietà dell’acqua termale di Avène-les-Bains e formulare prodotti farmaceutici e cosmetici a base vegetale: la passione che scorreva nelle vene di Pierre Fabre sarebbe diventata la linfa vitale del Gruppo.

1999La Fondation Pierre Fabre

Pierre Fabre è detenuta all’86% dalla Fondation Pierre Fabre, riconosciuta come ente di pubblica utilità nel 1999, e secondariamente dai suoi collaboratori attraverso un piano di azionariato salariale. Pierre Fabre desiderava che la fondazione diventasse il principale azionista del Gruppo e la nominò come legatario universale. È un modello unico nel suo genere in Francia, in quanto è l’unica azienda francese a pagare l’86% dei suoi dividendi per il bene comune.
Nata dall’indignazione del suo fondatore di fronte alla piaga dei medicinali contraffatti in Africa, la Fondation lavora sin dalla sua creazione per migliorare l’accesso a un’assistenza sanitaria di qualità da parte delle persone che vivono nel sud del mondo, in collaborazione con gli operatori locali.

2005Prima di tutto un’avventura umana

Nel 2005 venne istituito il piano di azionariato “Ruscus”. Oggi quasi 9 dipendenti su 10 sono azionisti associati ai risultati del Gruppo, contribuendo così alla sua indipendenza. Nel novembre 2021, la rivista americana “Forbes” ha pubblicato la sua classifica annuale dei migliori datori di lavoro del mondo. Il Gruppo Pierre Fabre era in cima alla classifica, una testimonianza della sua reputazione nel settore e dell’attaccamento dei suoi dipendenti all’azienda.

2011Lancio della Cosmetica Sterile

La Cosmetica Sterile consente di offrire delle formulazioni con una quantità minima di ingredienti, in quanto contiene soltanto i principi attivi essenziali per le pelli più sensibili, senza aggiunta di nessun conservante; e sterile al 100% garantita per l'intera durata di utilizzo del prodotto . Una nuova generazione di prodotti dermocosmetici dei marchi Eau Thermale Avène, A-Derma e Ducray.

2013Pierre Fabre lascia in eredità la sua azienda a una fondazione di pubblica utilità

Per garantire il futuro dell’azienda ed evitare speculazioni finanziarie, Pierre Fabre lasciò in eredità tutte le sue azioni all’omonima fondazione, riconosciuta di pubblica utilità dal 1999. Questa fu l’ultima mossa altruista ed innovativa di un imprenditore visionario, guidato per tutta la vita da valori umanistici al servizio dei pazienti e della sua terra d’origine. Pierre Fabre vanta una struttura azionaria unica nel suo genere in Francia per una realtà industriale delle sue dimensioni.

2018Cancro della pelle, un nuovo trattamento che dona speranza

Nel 2015 il Gruppo Pierre Fabre ha siglato una partnership internazionale con Array BioPharma, un’azienda biotecnologica americana con sede nel Colorado. Obiettivo: sviluppare e immettere sul mercato una terapia mirata contro il cancro in grado di combinare due molecole di nuova generazione. Alla fine del 2018 l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha autorizzato l’immissione sul mercato del nuovo trattamento per pazienti adulti affetti da melanoma avanzato con mutazione del gene BRAF. Nel 2020 Pierre Fabre ha ricevuto l’autorizzazione all’immissione in commercio per una di queste due molecole per il trattamento del tumore metastatico del colon-retto con mutazione del gene BRAF (in associazione a un’altra molecola). Non era mai successo prima in Europa.

Informazioni su Pierre Fabre

Pierre Fabre è il secondo laboratorio dermocosmetico al mondo, il secondo gruppo farmaceutico privato francese, nonché la principale azienda francese di prodotti non soggetti a prescrizione venduti nelle farmacie. Il suo portfolio comprende numerosi franchising sanitari e marchi internazionali, tra cui Pierre Fabre Oncology, Pierre Fabre Dermatology, Eau Thermale Avène, Klorane, Ducray, René Furterer, A-Derma, Naturactive e Pierre Fabre Oral Care.

Nel 2021, Pierre Fabre ha fatturato 2,5 miliardi di euro, di cui il 66% sul mercato internazionale. Fondato nel sud-ovest della Francia (Occitania), dove si trova tutt’oggi la sede principale, il Gruppo produce oltre il 95% dei suoi prodotti in Francia e conta all’attivo circa 9.500 collaboratori in tutto il mondo. I suoi prodotti sono distribuiti in circa 115 Paesi. 

L’86% di Pierre Fabre è di proprietà della Fondation Pierre Fabre, riconosciuta di pubblica utilità dal governo, mentre il restante capitale è detenuto dai suoi collaboratori attraverso un piano di azionariato internazionale dei dipendenti. Ecocert Environnement valuta dal 2019 l’approccio RSI del Gruppo secondo la norma sullo sviluppo sostenibile ISO 26000 e nel 2021 ha confermato l’assegnazione del livello “Excellence”.

Per maggiori informazioni visitare il sito web di Pierre Fabre www.pierre-fabre.com@PierreFabre

 

Contatto stampa

Caroline PERDRIX

+33 (0)6 09 22 29 67

Dorothee KOHLER

+33 (0)6 08 09 22 41