Strategia

Piano di continuità operativa aziendale del Gruppo Pierre Fabre

26 Marzo 2020

In tutto il mondo sono state prese misure eccezionali per controllare la diffusione del Covid-19. 
Tutti, al proprio livello, sono chiamati ad agire in modo responsabile per garantire la protezione delle persone preservando, per quanto possibile, la continuità della propria attività.

Per il Gruppo Pierre Fabre, questo imperativo è particolarmente importante in quanto fabbrichiamo e commercializziamo prodotti essenziali, siano essi farmaci (alcuni dei quali classificati come "prodotti di grande importanza terapeutica") o prodotti per l’igiene e il mantenimento della pelle necessari per l'applicazione di azioni barriera (saponi, gel idroalcolici, gel detergenti, shampoo, emollienti, ecc.).
 
Dall'inizio della crisi, tutti i nostri team si sono mobilitati per garantire la continuità delle nostre attività essenziali.  Ad oggi, continuiamo a produrre in 10 delle nostre 11 fabbriche, a garantire la fornitura di prodotti essenziali per i nostri clienti (farmacie, distributori farmaceutici, ospedali) e ad esportare verso le nostre filiali e verso i nostri partner internazionali. Poiché non abbiamo principi attivi provenienti dall’Asia, e oltre il 90% dei nostri prodotti sono fabbricati in Francia, riusciamo seppur con dei rallentamenti a garantirne la disponibilità.


Il nostro piano di continuità operativa aziendale si basa su quattro principi fondamentali:

Proteggere il nostro staff

  • Dall'inizio della crisi sono state prese una serie di misure, tra cui l'applicazione delle istruzioni in materia di salute e sicurezza e le regole di distanziamento sociale, il divieto di tutti i viaggi in Francia e all'estero, la chiusura dei nostri siti a tutti i visitatori non ritenuti essenziali per la continuità aziendale e la sospensione di tutte le visite face to face del nostro personale.
  • Nei nostri siti di produzione e distribuzione, le misure di sicurezza, d’igiene e di distanziamento sociale - che sono già estremamente rigide in tutti i siti farmaceutici, anche in circostanze normali - sono state notevolmente rafforzate.
  • In Italia, paese particolarmente colpito dal primo grande focolaio di COVID-19 in Europa, le Filiali Pierre Fabre, hanno reagito immediatamente attraverso la costituzione di un Comitato di Crisi Permanente (composto dalle Direzioni Generali e dalla Direzione HR e Direzione QRVI), che da subito ha attuato una serie di decisioni, tempestive e progressive a tutela della salute e della sicurezza dei propri collaboratori, sospendendo i viaggi e le riunioni tra colleghi e sospendendo l’attività negli uffici e di informazione scientifica nei territori delle zone rosse. Per poi proseguire attuando tutte le misure emanate dal Governo e dagli organismi locali, in tempo reale.

Chiudere le nostre sedi aperte al pubblico

È il caso, ad esempio, dello stabilimento termale e dell'hotel di Avène-les-Bains, del nostro nuovo concept-store (Le Lab) a Tolosa, dell'Institut René Furterer a Parigi o anche il nostro centro di studi clinici sulla pelle situato nei locali dell'Hôtel-Dieu a Tolosa.

Fare un uso massivo dello smart working

  • A parte i siti di produzione e distribuzione, tutti i siti francesi del Gruppo sono chiusi da mercoledì 18 marzo.
  • Tutti i dipendenti, la cui posizione lo consente, lavorano ora da casa.
  • In Italia, tutti i dipendenti Pierre Fabre di sede e tutti i dipendenti della field force operanti sul territorio delle Regioni del Nord del paese, maggiormente colpite dall’emergenza, lavorano in smart working ininterrottamente dal 24 Febbraio scorso. A partire dal successivo 6 marzo la stessa misura è stata estesa a tutto il personale di field force anche nel resto d’Italia. Quest’ultima misura è stata adottata a tutela della salute dei collaboratori ma anche quale comportamento responsabile nei riguardi della classe medica impegnata a gestire l’emergenza sanitaria.

Assicurare le nostre capacità di produzione e distribuzione per i prodotti essenziali

  • Ad oggi, 10 delle nostre 11 fabbriche e i nostri siti di distribuzione sono attivi al fine di fornire prodotti essenziali a farmacisti e ospedali: medicinali, prodotti per l'igiene quotidiana e le cura per il mantenimento della pelle.
  • Sito per sito, abbiamo confermato le funzioni, le risorse umane e i mezzi tecnici necessari per mantenere l'attività essenziale.
  • Le nostre fabbriche a Soual nel dipartimento di Tarn e ad Aréal nello stato brasiliano di Rio de Janeiro si sono riorganizzate per produrre un gel idroalcolico.
  • Per facilitare l'applicazione delle misure di sicurezza, abbiamo limitato a 100 il numero di persone autorizzate a essere presenti contemporaneamente su un sito.
  • Il nostro piano di approvvigionamento di materie prime e articoli da imballaggio viene aggiornato quotidianamente. Lo stesso vale per il nostro programma di consegne.

Questo piano di continuità aziendale è costantemente monitorato dalla Direzione Generale del Gruppo e aggiornato quotidianamente per tenere conto delle direttive ufficiali sanitarie e pubbliche, della situazione economica generale e della necessità di proteggere innanzitutto i nostri dipendenti e i nostri partner contro la diffusione del virus.